Addio a Rita Levi Montalcini

ROMA - E' morta la senatrice a vita Rita Levi Montalcini. Il premio Nobel per la medicina si è spenta nella sua abitazione a Roma in via di Villa Massimo, a due passi da Villa Torlonia. Aveva 103 anni ed era nata a Torino. La scienziata era con alcune persone care che, di fronte al peggioramento delle sue condizioni di salute, hanno subito chiamato un'ambulanza per portarla alla vicina casa di cura Villa Margherita. Ma il quadro clinico è andato rapidamente peggiorando. Quando il personale del 118 è arrivato sul posto, non ha potuto fare altro che costatarne il decesso.

Rita Levi Montalcini nel 1986 vinse il Premio Nobel per la medicina grazie alla scoperta e all'identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa. E' stata, inoltre, la prima donna a essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001 fu nominata senatrice a vita, dall'allora presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, che la scelse per i suoi meriti sociali e scientifici.

La scienziata sarà sepolta nel cimitero monumentale di Torino accanto alla sorella gemella Paola, nota pittrice scomparsa nel 2000.

Kindle Phone: data e prezzo fissati

China Economic News Service, rivista taiwanese molto attenta al mondo del business asiatico, ha comunicato che Amazon avrebbe stretto un accordo commerciale con Foxcomm, l’azienda cinese che si occupa da anni della produzione degli iPhone.

I termini contrattuali della joint-venture in questione prevedrebbero la produzione di un lotto di 5 milioni di smartphone da collocare sul mercato tra il secondo ed il terzo trimestre del 2013. Conferme in tal senso sarebbero venute da alcuni abituali fornitori della Foxcomm (J Touch Corp e Young Fast Optoelectronics) e dal fatto che l’hardware house cinese ha chiuso le contrattazioni alla Borsa di Hong Kong con un + 3.7%.

Oltre a questo, va fatto notare un dettaglio molto importante che potrebbe rivestire un qualche interesse solo per una società intenzionata a cimentarsi in un nuovo business: di recente Amazon ha assunto, con la finalità di investire sui brevetti, Matt Gordon che si occupava di acquisizioni presso una delle più grandi casseforti statunitensi di brevetti, la Intellectual Ventures Management LLC.

A parte questo, sui dettagli tecnici di questo futuribile device targato Amazon, non vi sono molte certezze: il sistema operativo in dotazione dovrebbe essere la stessa versione personalizzata di Android vista sul Kindle Fire e lo schermo potrebbe essere un 4/5 pollici. Maggiori conferme, infine, si hanno sul prezzo: il Kindle Phone, in linea con l’abituale politica commerciale di Bezos, non dovrebbe discostarsi molti dai costi di produzione e potrebbe essere commercializzato a 100/200 dollari.

Il lungo racconto dell'origine

Il lungo racconto dell'origineLa cosmologia moderna è diventata una «grande scienza» – un edificio teorico supportato da fisica, matematica, e da tecnologie complesse e costosissime che sembrano schiuderci i segreti dell’Infinito. Ma le domande e le spiegazioni sull’origine e la natura dell’Universo sono vecchie quanto l’uomo.

Ci riempie di meraviglia, oggi, scoprire come gli antichi astronomi, privi di qualunque strumento ma grazie a lunghe e attente osservazioni ad occhio nudo, riuscissero a determinare i movimenti di alcuni pianeti, a prevedere eclissi e allineare perfettamente i loro templi verso i solstizi. In tutte le civiltà del passato le conoscenze celesti si mescolavano a credenze mitologiche che spesso identificavano gli dèi con gli astri.

I babilonesi consideravano i pianeti come «interpreti» del volere divino e quindi cercavano di predire i fenomeni celesti per proteggere i sovrani. I maya e gli aztechi, invece, usavano le posizioni del Sole o degli astri solo come strumenti per calcolare lunghi cicli temporali. Furono i Greci i primi a praticare un’astronomia geometrica come scienza a sé, senza risvolti astrologici.

Con il Cristianesimo, per secoli gli astri sono stati espressione di Dio. E solo da Galileo ad oggi, la scienza ha faticosamente affrancato l’indagine sul Cosmo dai diktat della Religione. In ogni caso, dai miti più ingenui alle teorie scientifiche più ardite, quello dell’Universo resta il «racconto» più affascinante che ha accompagnato l’evoluzione culturale dell’uomo.

Questo libro ripercorre le cosmologie delle grandi civiltà antiche – dai Sumeri agli Egizi, dai Maya ai Cinesi. E poi attraverso l’astronomia dell’Europa cristiana, arriva alle frontiere dell’astrofisica odierna e alla ricerca dell’intelligenza nell’Universo.

Un’avventura della ragione che dura da seimila anni, un viaggio dal mito alla scienza che non si interromperà mai finché il nostro sapere ci avvicinerà al mistero dell’origine del cosmo e della vita stessa.

Digital Wars

Digital WarsE' il 1998 e il mondo digitale sta prendendo forma. In questo panorama in evoluzione si affermano tre aziende: Apple, Google e Microsoft.

Erano aziende profondamente diverse tra loro e le attendeva una serie di aspre battaglie per il controllo del mercato: la tecnologia di ricerca, i lettori musicali portatili, gli smartphone e i tablet.

Non potevano sapere quale sarebbe stata la prossima guerra: ma era un conflitto che avrebbe trasformato il mondo. Per sempre.

Dalla fine degli anni Novanta fino alla morte di Steve Jobs, Digital Wars ripercorre ciascuna di queste battaglie e analizza le diverse culture aziendali dei tre colossi, decretando chi di loro ha trionfato su ciascun fronte.

La posta in gioco è altissima, perché al vincitore spetta non solo una ricchezza smisurata, ma anche la possibilità di dominare un'area del panorama digitale, scalzare i rivali e plasmare il nostro futuro.

Micro

Micro - Michael CrichtonHonolulu, Hawaii. In un buio stabile di periferia, ufficio di un piccolo avvocato del luogo, regna il silenzio. Tutto sembra in ordine. Se non fosse per tre cadaveri stesi sul pavimento.

Sul loro corpo non ci sono segni di lotta, solo dei tagli piccolissimi ma profondi e letali. L’unico indizio trovato sul luogo del delitto è un minuscolo robot, quasi invisibile all’occhio umano, dotato di lame affilatissime. La polizia brancola nel buio.

Quello che tutti ignorano è che la Nanigen Micro-Technologies, una società che si occupa di microtecnologie mediche, nella foresta hawaiana nasconde una base segreta, dove mette alla prova apparecchiature finora ignote alla comunità scientifica.

Qui è in corso un’operazione rivoluzionaria dai finanziamenti occulti, tesa a studiare le infinite forme di vita di cui brulica il sottobosco per sfruttarne le risorse a scopo medicinale. I dirigenti della Nanigen sono pronti a uccidere chiunque metta i bastoni fra le ruote a questo investimento miliardario.

Ma per i loro laboratori hanno bisogno di reclutare nuovi, ignari scienziati: un gruppo di dottorandi dell’università di Harvard capitanati da Peter Jansen, esperto di veleni, e Karen King, aracnologa. I sette giovani, una volta approdati alle Hawaii, si trovano catapultati di persona in un pericolosissimo esperimento scientifico, e costretti a fronteggiare una natura sorprendentemente ostile e sconosciuta. La foresta è piena di tranelli e ogni ramo, ogni radice che si insinua nel terreno nascondono minacce mortali, pronte a sopraffarli.

E l’unica arma che gli studiosi possono usare per difendersi è la loro conoscenza del regno vegetale e animale… È questo l’ultimo entusiasmante progetto creato per i suoi lettori da Michael Crichton, che in un’intervista rilasciata poco prima della sua scomparsa raccontava di essere impegnato nella stesura del romanzo e nelle appassionanti ricerche per documentarsi.

 

Commento

Questo libro rispecchia sicuramente il vero stile di Micheal Crichton che con l'ultimo libro precedente a questo "L'isola dei pirati" e pubblicato subito dopo la sua morte sembrava ormai perso. Un insieme di tecnologia, natura e suspance che ti tiene attaccatto al libro per sapere cosa succederà subito dopo. Anche in questo libro viene raccontata una realtà nenache tanto impossibile ma suffragata da studi mischiati all'increndibile fantasia di Crichton.

La biblioteca perduta dell'alchimista

La biblioteca perduta dell'alchimistaUn grande thriller dall'autore del bestseller internazionale Il mercante di libri maledetti. Quali misteri nasconde il Turba philosophorum, il libro segreto degli alchimisti?

È la primavera del 1227 e la regina di Castiglia è scomparsa in modo misterioso. Strane voci corrono per il regno e alcuni parlano di un intervento del Maligno.

L’unico in grado di risolvere l’enigma è Ignazio da Toledo, grande conoscitore dei luoghi e delle genti grazie ai suoi numerosi viaggi tra Oriente e Occidente e alla sua capacità di risolvere arcani e antichi misteri.

A Córdoba, dove Ignazio viene convocato, incontra un vecchio magister che gli parla di un libro che tutti stanno cercando e che potrebbe dargli indizi sull’accaduto. Ma il giorno dopo verrà trovato morto avvelenato. Le ricerche del mercante di reliquie partono subito fino al rinvenimento del mitico Turba philosophorum, un manoscritto attribuito a un discepolo di Pitagora, che conserva l’espediente alchemico più ambito al mondo: la formula per violare la natura degli elementi.

L’incontro poi con una monaca e con un uomo considerato da tutti un posseduto, ma in verità affetto da saturnismo, indirizzeranno Ignazio verso il castello di Airagne e dal suo misterioso signore, il Conte di Nigredo. Qui è custodito un terribile segreto, ma non sarà facile mettersi in salvo dopo averlo scoperto…

Dal vincitore del 60° Premio Bancarella
Un autore da oltre 300.000 copie vendute
Bestseller internazionale
Tradotto in 11 lingue

Una nuova avvincente avventura del mercante di reliquie Ignazio da Toledo. Un'alchimia perfetta tra mistero e storia


Marcello Simoni

È nato a Comacchio nel 1975. Ex archeologo, laureato in Lettere, lavora come bibliotecario. Ha pubblicato diversi saggi storici e ha partecipato all’antologia 365 racconti horror per un anno, a cura di Franco Forte; altri suoi racconti sono usciti per la rivista letteraria «Writers Magazine Italia». Il mercante di libri maledetti, romanzo d’esordio, ha superato le 300.000 copie, ha vinto il 60° Premio Bancarella ed è finalista al Premio Fiesole e al Premio Salgari. I diritti di traduzione sono stati acquistati in undici Paesi. Con la Newton Compton sta pubblicando anche Rex Deus, un romanzo a puntate in versione ebook.

Creare App per iPhone ed iPad con Xcode 4.5

Creare App per iPhone ed iPad con Xcode 4.5 - Enrico RossiniEcco il nostro nuovo ebook dedicato questa volta alla creazione di app per iPhone ed iPad con XCode 4.5.

Chi si avvicina alla programmazione per iPhone ed iPad si trova spesso di fronte ad un ambiente sicuramente nuovo e diverso rispetto agli altri ambienti di sviluppo e non sempre risulta intuitivo.

Con questa guida ho voluto aiutare chi si avvicina a questo nuovo modo di lavorare, iniziando con una panoramica su Objective-C e scendendo via via nella conoscenza di XCode 4.5.

Molti sono i trucchi che non si trovano né nelle guide né cercando su web che spesso accorciano i tempi di sviluppo di applicazioni. Il libro si conclude con la realizzazione i di un'app completa per la presentazione di un sito internet con la lettura di file ed immagini on line e la realizzazione di un lettore di RSS.

 

Smartphone Kindle: Foxconn ne produrrà 5 milioni

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha lasciato trapelare che lo smartphone Kindle si farà. Forse si farà anche prima del previsto, dato che tale device sarebbe già realtà e che sarebbe Foxconn ad occuparsi della sua produzione.

Arrivano infatti nuove indiscrezioni a riguardo tramite un recente report del Taiwan Economic News, secondo cui Foxconn avrebbe firmato un contratto con Amazon per la produzione esclusiva del Kindle-phone. Amazon vorrebbe che il costruttore cinese realizzasse ben 5 milioni di unità del nuovo telefono cellulare, una cifra importante che, se confermata, farebbe chiaramente intendere come l’azienda voglia tentare di farsi spazio anche nel mercato degli smartphone rubando quote di mercato ai device Android rivali.

Secondo il rapporto, Amazon annuncerà il primo smartphone Kindle tra il secondo e il terzo trimestre del 2013, ovvero fra aprile e settembre. Trattasi più o meno della stessa finestra temporale prevista per gli annunci del Samsung Galaxy S4, di un nuovo iPhone e di nuovi Nexus targati Google, dunque Amazon vorrebbe rubar loro parte dello scenario introducendo una novità del genere. Dato che i Kindle Fire eseguono una versione di Android fortemente personalizzata, si crede che anche per il Kindle-phone l’azienda decisa di optare per la medesima opzione.

La fonte taiwanese parla di componenti necessarie per la costruzione del telefono che hanno un costo fra i 100 e i 200 dollari, dunque il nuovo prodotto di Amazon potrebbe esser venduto a un prezzo decisamente basso. Non sarebbe comunque una sorpresa, dato che il gruppo di Jeff Bezos solitamente trae i propri profitti dai servizi, e non dalle vendite dei dispositivi.

Lo Hobbit

Lo hobbitPubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo.

Protagonisti della vicenda sono, per l’appunto, gli hobbit, piccoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea.

La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura.

Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.

Questa edizione vede la nuova traduzione della Società Tolkieniana Italiana, e le splendide illustrazioni di Alan Lee.

Amazon, dopo il Kindle è in arrivo anche un cellulare?

Si tratta ancora soltanto di un’indiscrezione, ma la curiosità è tanta, sia da parte degli addetti ai lavori che degli appassionati di telefonia mobile. Sarebbe in arrivo uno smartphone targato Amazon: il più famoso portale di e-commerce scalda i motori per il suo ingresso nel mondo dei cellulari, dopo il grande successo del suo tablet Kindle.

L’indiscrezione trova un, seppur lieve, fondo di verità nelle parole dello stesso Ceo di Amazon, Jeff Bezos, pronunciate nel corso di un'intervista al sito del Nasdaq. Bezos avrebbe lasciato trapelare la possibilità che l'azienda possa scendere in campo con un proprio smartphone.

Se il Ceo di Amazon non ha voluto osare di più, ci ha pensato il blog di tecnologia Digitimes a fornire qualche ulteriore dettaglio sull'uscita del «Kindle phone»: il cellulare potrebbe essere in commercio già a partire dalla primavera prossima. Ma c’è di più: la produzione del nuovo dispositivo sarebbe, secondo il parere del blog, affidata alla Foxconn International Holding, l’azienda taiwanese già partner di Apple per gli iPhone e gli iPad.

Advertsing

125X125_06

Planet Xamarin

Planet Xamarin

Calendar

<<  September 2017  >>
MonTueWedThuFriSatSun
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

View posts in large calendar

Month List