Amazon, Kindle e Liquavista: novità importanti, ma non per forza a colori

Amazon, Liquavista e un inedito ebook reader a colori, è una di quelle storie che di tanto in tanto vengono fuori in cerca di conferme. Sappiamo che Liquavista fa parte dell'azienda di Jeff Bezos dalla primavera 2013, da quando Samsung ne ha ceduto la proprietà dopo aver cercato di capire come sfruttare quella particolare tecnologia su tablet ed ebook reader. Da allora non è più successo nulla.

Ora Amazon pubblica il video "Meet the Liquavista Team" nel suo canale Youtube, e sostituisce il vecchio logo di liquavista.com con uno nuovo e moderno. E il tutto avviene a ridosso del periodo autunnale, del fine estate, storicamente il momento buono per la presentazione dei nuovi Kindle. Può essere un caso? Forse, ma tutta l'operazione ricorda le attività che si fanno per dare vita ad un marchio, per introdurlo e per crearci una storia. D'altro canto, perché Amazon avrebbe dovuto presentare ufficialmente l'acquisizione di Liquavista solo adesso, solo 2 anni dopo?

Liquavista non significa solo schermi a colori, ma anche pannelli in bianco e nero (sarebbe più corretto dire: scala di grigi) basati sulle stesse logiche di funzionamento ma con una riflettanza e un rapporto di contrasto davvero vicino alla carta stampata. Se un E-Ink Carta arriva al 44% di riflettanza e 15:1 di contrasto, un Liquavista fa 60% e 12:1. La carta stampata è su 70-80% e 12:1.

Add comment

Advertsing

125X125_06





MonthList

CommentList