Amazon pronto a competere con PayPal

Amazon starebbe progettando di realizzare un suo sistema di pagamento mobile mettendosi in diretta concorrenza con PayPal. Il Wall Street Journal ha infatti pubblicato un’indiscrezione su come il colosso dell’e-Commerce starebbe costruendo un sistema di pagamento basato su Kindle, sfruttando contestualmente le tecnologie di Gopago, una startup impegnata nel settore dei pagamenti in mobilità, acquisita di recente. Il sistema di pagamenti che avrebbe in mente Amazon si comporrebbe dunque di un suo dispositivo Kindle abbinato ad un lettore di carte di credito e ad un software dedicato.

In realtà, questo progetto farebbe parte di un piano di più ampio respiro che vedrebbe Amazon offrire in futuro anche un sistema di pagamento diretto tra utenti (P2P), molto simile a quello offerto da PayPal a cui farebbe diretta concorrenza. Un sistema di pagamento basato sul cloud che potrebbe venire utilizzato sia sui dispositivi mobili che anche sui computer desktop, come riporta Tech Crunch. Tecnologia che potrebbe essere inclusa direttamente anche nei prossimi dispositivi Amazon, tra cui i tanto speculati smartphone che potrebbero forse arrivare nel corso dell’anno. Sebbene il colosso dell’e-Commerce non abbia voluto commentare la notizia, è un fatto noto che stia cercando di assumere un certo numero di sviluppatori per lavorare a nuove forme di pagamento. Proprio uno degli annunci, per un ruolo di Senior Technical Program Manager, sottolinea che tra i prossimi obbiettivi dell’azienda ci sarebbe lo sviluppo di tecnologie di pagamento dirette tra persone.

La scelta di Amazon di puntare sui pagamenti mobili appare comprensibile visto che permetterebbe di completare il suo ecosistema offrendo ai clienti una migliore esperienza d’uso dei suoi servizi di e-Commerce. Entrambe le soluzioni di pagamento, sia quella tramite Kindle che quella basata sul P2P, permetterebbero inoltre di rafforzare anche il legame sia con i fornitori ma anche con i rivenditori che potrebbero sfruttare queste nuove tecnologie di pagamenti per offrire ai propri clienti nuovi servizi di valore aggiunto.

Gianni Fantoni: gratis 2 ebook per la vostra dose di umorismo quotidiana

FantoniSolo fino a domani gli utenti di iBook Store hanno la possibilità di scaricare gratuitamente le due collezioni di battute e aforismi di Gianni Fantoni, per aggiungere un sorriso alle pause quotidiane. Anche Gianni Fantoni Nel Suo Piccolo S’incazza gratis per iBooks e Kindle, “… Anno Secondo” gratis per iBooks e Kindle

Ci sono momenti della giornata in cui tra una attesa e l’altra o nelle fasi di riposo sarebbe utile ed opportuno concedersi uno spazio per l’umorismo e Gianni Fantoni, comico, scrittore e mimo dalle mille metamorfosi facciali ha pensato di raccogliere le sue battute e aforismi in due collezioni diventate eBook e disponibili su iBook Store. Un invito alla lettura che facciamo anche ai lettori di Macitynet tanto più che i due volumi sono disponibili gratuitamente fino alla fine di gennaio, quindi solo fino a domani.

La presentazione del primo volume è quantomai chiara: “Ogni giorno un comico si alza e prima che uno dei suoi amici su Facebook o dei suoi followers su Twitter posti qualcosa, sa che dovrà batterlo sul tempo. È una vita dura, ma qualcuno deve pur farla… o tentare di farla! Che siano battute create all’impronta dall’Autore o selezionate tra quelle più riuscite già partorite da altri, un pensiero profondo o superficiale, una poesiola, o un estratto di canzone, di sicuro qualcosa apparirà sulla timeline, prima che venga inghiottito da qualcosa d’altro. Valeva la pena raccoglierle, qualcuno ha detto. Se questo libro esiste, è per colpa sua!”.

Lo spirito di Gianni e delle sue pubblicazioni è racchiuso tutto qui… fatene buon uso.

Amazon: arriva un prodotto “più grande di Kindle”

Amazon sta preparando un nuovo prodotto “più grande di Kindle”: non è ancora pronta a rivelare di cosa si tratti, o almeno non al pubblico, ma lo farà durante un evento che si terrà a Boston il 30 gennaio. Lo conferma un invito mandato dall’azienda, che contiene i dettagli dell’evento stesso.

Nell’invito per l’evento non si trova alcuna informazione riguardo il nome della novità in arrivo, ma sono varie le ipotesi a riguardo. Alcune indiscrezioni ritengono che Amazon stia per lanciare una nuova gamma di tablet con schermo più grande rispetto agli attuali Kindle Fire, mentre il Boston Globe crede che l’evento sia stato organizzato da Amazon nel tentativo di assumere nuovi talenti di Cambridge, i quali dovrebbero contribuire a sviluppare «un nuovo rivoluzionario V1 prodotto che ci permetterà di rilasciare Media Digitali ai nostri clienti in nuovi modi».

Dato quanto scritto dal gruppo di Seattle, appare dunque meno probabile che si tratti di un tablet o di uno smartphone, piuttosto del chiacchierato set-top-box Amazon in grado, secondo le indiscrezioni, di rivoluzionare l’industria. Questo dispositivo sarebbe capace di competere attivamente contro diversi prodotti tra cui il Chromecast, Roku o la Apple TV; dovrebbe eseguire una versione particolare di Android personalizzata da Amazon, e offrire l’accesso a una vastissima raccolta di contenuti video da guardare via streaming.

Comprare un e-reader alla macchinetta

Vendere gli e-reader come fossero merendine. E’ questa l’ultima trovata di Amazon che ha deciso di testare la vendita dei lettori Kindle attraverso dei distributori automatici. Le macchinette si chiamano Kindle Kiosk e sono destinate ai grandi centri commerciali e agli aeroporti. Selezionabili per l’acquisto, praticamente tutti i prodotti “tangibili” della galassia Kindle: “dal Kidle Fire HDX da 379$ fino all’adattatore da 20$”, si legge su Geekwire.

Su Twitter sono state pubblicate alcune foto del distributore automatico posizionato all’aeroporto di Las Vegas.

Rizzoli e Amazon lanciano BigJump

Rizzoli Libri, Kindle Direct Publishing (KDP) di Amazon e la startup italiana 20lines lanciano oggi BigJump, il primo concorso letterario dedicato ai romanzi gialli, rosa e di ambientazione storica dove le preferenze dei lettori contribuiscono a premiare le opere in concorso.

Gli autori possono partecipare gratuitamente con un romanzo inedito, o che sia stato pubblicato esclusivamente tramite il self-publishing. Le iscrizioni si aprono oggi e si chiudono il 14 febbraio 2014. Tre i premi del concorso: BigJump Rizzoli, BigJump KDP e BigJump Category.

Rizzoli assegnera' il premio BigJump Rizzoli che consiste nella pubblicazione dell'opera sia in edizione cartacea sia in digitale.

Amazon assegnera' il premio BigJump KDP al romanzo piu' apprezzato dai clienti su Kindle Store, dove l'opera sara' promossa.

Rizzoli assegnera' anche il premio BigJump Category, che consiste nella pubblicazione in digitale dei romanzi vincenti nelle tre categorie.

Per partecipare al concorso, gli scrittori dovranno caricare il loro romanzo sulla piattaforma di pubblicazione KDP e registrarsi sul sito www.bigjump.it.

La formula di BigJump prevede che il concorso si articoli in fasi di selezione successive: La prima fase e' basata sul gradimento e il coinvolgimento del pubblico online. Infatti dal 18 febbraio al 16 marzo 2014, sul sito www.bigjump.it di 20lines, sara' possibile discutere e commentare i romanzi in competizione, disponibili in versione integrale su Kindle Store. In questa fase, in base alle preferenze dei lettori, verranno selezionati 10 romanzi per ciascuna categoria.

La seconda fase, entro aprile, prevede che Rizzoli, a suo insindacabile giudizio, selezioni tre romanzi, uno per categoria, identificando i tre vincitori del premio BigJump Category, che verranno annunciati e pubblicati in versione digitale nel mese di maggio 2014.

Nel mese di giugno 2014 saranno infine annunciati i vincitori dei premi BigJump Rizzoli e BigJump KDP. Il vincitore del premio BigJump Rizzoli sara' scelto tra uno dei vincitori del premio BigJump Category e sara' pubblicato da Rizzoli anche in edizione cartacea. Il vincitore BigJump KDP sara' selezionato a insindacabile giudizio di Amazon, tra tutti i romanzi partecipanti al concorso, tenendo conto del gradimento dei propri clienti, e sara' promosso sulla home page degli eBook Kindle.

KDP e' uno strumento veloce, gratuito e facile per autori ed editori per rendere disponibili i propri libri agli utenti Kindle in Italia e nel mondo. Tutti i romanzi che partecipano al concorso saranno disponibili in versione integrale su Kindle Store per il download e la lettura sui dispositivi della famiglia Kindle, eReader e tablet; e - grazie alle applicazioni gratuite di lettura Kindle - su iPad, iPhone, iPod touch, smartphone e tablet Android.

20lines e' la comunita' web di autori e lettori dove ogni giorno sono scritte e commentate centinaia di storie. A partire dal 18 febbraio sara' possibile scoprire i profili e interagire con gli autori dei romanzi che partecipano a BigJump.

Maggiori informazioni e il regolamento sono disponibili sul sito: www.bigjump.it 

Welcome to BlogEngine.NET 2.9

If you see this post it means that BlogEngine.NET 2.9 is running and the hard part of creating your own blog is done. There is only a few things left to do.

Write Permissions

To be able to log in to the blog and writing posts, you need to enable write permissions on the App_Data folder. If your blog is hosted at a hosting provider, you can either log into your account’s admin page or call the support. You need write permissions on the App_Data folder because all posts, comments, and blog attachments are saved as XML files and placed in the App_Data folder. 

If you wish to use a database to to store your blog data, we still encourage you to enable this write access for an images you may wish to store for your blog posts.  If you are interested in using Microsoft SQL Server, MySQL, SQL CE, or other databases, please see the BlogEngine wiki to get started.

Security

When you've got write permissions to the App_Data folder, you need to change the username and password. Find the sign-in link located either at the bottom or top of the page depending on your current theme and click it. Now enter "admin" in both the username and password fields and click the button. You will now see an admin menu appear. It has a link to the "Users" admin page. From there you can change the username and password.  Passwords are hashed by default so if you lose your password, please see the BlogEngine wiki for information on recovery.

Configuration and Profile

Now that you have your blog secured, take a look through the settings and give your new blog a title.  BlogEngine.NET 2.9 is set up to take full advantage of of many semantic formats and technologies such as FOAF, SIOC and APML. It means that the content stored in your BlogEngine.NET installation will be fully portable and auto-discoverable.  Be sure to fill in your author profile to take better advantage of this.

Themes, Widgets & Extensions

One last thing to consider is customizing the look of your blog.  We have a few themes available right out of the box including two fully setup to use our new widget framework.  The widget framework allows drop and drag placement on your side bar as well as editing and configuration right in the widget while you are logged in.  Extensions allow you to extend and customize the behavior of your blog.  Be sure to check the BlogEngine.NET Gallery at dnbegallery.org as the go-to location for downloading widgets, themes and extensions.

On the web

You can find BlogEngine.NET on the official website. Here you'll find tutorials, documentation, tips and tricks and much more. The ongoing development of BlogEngine.NET can be followed at CodePlex where the daily builds will be published for anyone to download.  Again, new themes, widgets and extensions can be downloaded at the BlogEngine.NET gallery.

Good luck and happy writing.

The BlogEngine.NET team

Neuroleadership: la scienza della leadership nasce in provincia di Treviso

Neuroleadership: la scienza della leadership nasce in provincia di Treviso

Esce in questi giorni, disponibile su Amazon e in edizione Kindle, "Handbook of NeuroLeadeship", il primo manuale che raccoglie le principali ricerche e i documenti più rilevanti editi dal NeuroLeadership Journal tra il 2008 e il 2013.

Gli autori, il dott. David Rock, Direttore del NeuroLeadership Institute, e il dott. Al H. Ringleb, co-fondatore del NeuroLeadership Institute e Journal, e direttore di CIMBA (www.cimba.it), presentano lo stato dell'arte della Neuroleadeship, attraverso gli studi empirici che si rifanno alla letteratura, rendendo accessibile al lettore la materia che, basandosi sui più recenti studi sul cervello, fornisce gli strumenti per migliorare la qualità e lo sviluppo della leadership. 52 autori da 5 continenti, in rappresentanza dei maggiori laboratori di neuroscienze di tutto il mondo, quali ad esempio Columbia, Notre Dame, NYU and UCLA, danno il loro contributo per spiegare quattro attività fondamentali della leadership, ovvero come il leader prende decisioni e risolve problemi, come regola le proprie emozioni, come sa collaborare con gli altri e favorire il cambiamento, portando il proprio team a dare il meglio.

 

«Di neuroleadership - racconta Al Ringleb - si inizia a parlare nel 2007 nel summit internazionale che si tenne in Veneto, proprio nella sede di CIMBA, ad Asolo. Da allora la materia è stata oggetto di studio in summit annuali in tutto il mondo, di pubblicazioni scientifiche, corsi universitari e progetti di ricerca. A CIMBA lavoriamo molto sullo sviluppo della leadership. Abbiamo creato qui il NeuroLeadership Lab che, assieme a Kepner-Tregoe e il Neuroleadership Group, ha dato origine ad un sistema di sviluppo della leadership basato sulle più recenti ricerche in materia di neuroscienze. Qui abbiamo organizzato il primo summit e continuiamo con un'offerta formativa sullo sviluppo della leadership cui partecipano studenti e professionisti da tutto il mondo, che partecipano ai nostri MBA ed Executive programs. Abbiamo messo a punto anche un nostro programma dedicato, il "LIFE" (Leadership Initiative For Excellence), che si svolge in un intenso weekend esperienziale e viene proposto sia in inglese sia in italiano, anche per favorire la partecipazione di manager ed imprenditori locali.»

 

Il volume presenta ricerche su argomenti come: rimanere efficienti lavorando sotto pressione, il sistema di funzionamento del cervello in situazioni di stress e le limitazioni che questo comporta, il modello SCARF (Status, Certezza, Autononio, Relazionalità, Fairness/equità) e molto altro, e studi su come le neuroscienze possono essere utilizzate per migliorare la leadership.
Destinatari di questo libro sono i dirigenti, i manager e i professionisti che si occupano di sviluppo organizzativo, gestione dei talenti, risorse umane e formazione, così come insegnanti e studenti che troveranno a loro disposizione una preziosa risorsa per un aggiornamento completo e aggiornato sulla materia, e un punto di partenza per la ricerca futura.

 

 

Gli autori

Al H. Ringleb è il fondatore e direttore del Consortium Institute of Management and Business Analysis (CIMBA), organizzazione di oltre 40 tra le principali università americame. Attraverso la University of Iowa, CIMBA ha sviluppato una serie di programmi internazionali di MBA (Master Business Administration) in Europa. Ringleb ottiene il Ph.D. in economia e la laurea in giurisprudenza dall'Univerità del Kansas. Prima di tornare all'Università dell'Iowa, nell'autunno 2008, è stato professore alla Texas A&M, Clemson, e Kansas.
Concentra la sua ricerca scientifica sullo sviluppo della leadership, approfondendo in particolare le applicazioni basate sulla Neuroscienza e sulla psicologia sociale. È co-fondatore del NeuroLeadership Institute e del NeuroLeadership Journal. È autore di articoli per le principali riviste di business managementi, economia, giurisprudenza. CIMBA, con sede a Paderno del Grappa, in Veneto, è specializzato sullo sviluppo della leadership. Assieme a Kepner-Tregoe e al Neuroleadership Group, CIMBA ha creato il NeuroLeadership Labs, che offre il più avanzato sistema di sviluppo della leadership basato sulle neuroscienze e sui dati scientifici. Nel 2007 CIMBA ha ospitato il primo NeuroLeadership Summit, ad Asolo (TV).

 

David Rock ha coniato il termine 'NeuroLeadership' ed è il direttore del NeuroLeadership Institute, un'iniziativa globale che unisce i neuroscienziati e gli esperti di leadership, per creare una nuova scienza dello sviluppo della leadership. È co-editore del NeuroLeadership Journal e presiede l'annuale summit internazionale. È autore dei principali documenti scientifici che definiscono il campo della NeuroLeadership, oltre che di 4 best seller come il più recente 'Your Brain at Work', e di articoli per Harvard Business Review, Fortune Magazine, PsychologyToday eThe Huffington Post.

Fondatore e CEO del NeuroLeadership Group, società di consulenza che opera in 24 Paesi, per aiutare le organizzazioni a formare leader e manager. David Rock è membro del consiglio direttivo di CIMBA, la business school internazionale con base in Veneto (Italia), e "guest lecturer" in diverse università, come la Oxford University (Said Business School).

Strano ma Londra

Strano ma LondraTutte le informazioni necessarie e i consigli utili per trasferirsi a vivere nella capitale britannica: dall’acquisto della carta telefonica all’affitto di una casa, dall’apertura di un conto in banca alla fondamentale ricerca di un lavoro, tutti gli aspetti della vita quotidiana a Londra sono passati in rassegna e analizzati per soluzioni chiare e alla portata di tutti. Una guida per imparare a orientarsi in terra inglese trovando la soluzione giusta per ogni esigenza: dal job center alla pensione – magari passando per una società in proprio – con l’intento di diventare in tutto e per tutto sudditi di Sua Maestà.

Arrivato anche in Italia il Kindle Fire HDX

Amazon Kindle Fire HDX 8.9 è in uscita in Italia al prezzo di partenza di 379 euro e con caratteristiche tecniche altissime.

Amazon Kindle Fire HDX 8.9 è il nuovo tablet di Amazon con sistema operativo proprietario che si distingue per essere uno dei più potenti mai presentati in tutto il panorama delle tavolette digitali. Merito di una scheda tecnica con componenti di ottima fattura a iniziare dal processore per proseguire con lo schermo ad alta risoluzione e soprattutto ad altissima densità di pixel per pollice quadrato.

Amazon gioca pesante e mette sul piatto il nuovo Kindle Fire HDX 8.9 che presenta appunto una diagonale di display (con contrasto dinamico delle immagini e luminosità ottimizzata) da 8.9” a una risoluzione straordinaria di 2.560 x 1.600 pixel così da contrastare iPad Mini e iPad Air di Apple, sul retro trova spazio una definita fotocamera da 8 megapixel, mentre a governare il sistema c’è il sistema operativo Fire OS con interfaccia Amazon e software proprietari oltre che il performante processore Snapdragon 800 con 2GB di RAM.

Ci saranno tre versioni a seconda del taglio di memoria scelto che può essere da 16, 32 o 64GB e i prezzi si adatteranno di conseguenza a seconda che si colgano le offerte speciali con o senza pubblicità. Si potrà infatti trovare a

  • 379 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 16GB, (20 euro in più senza pubblicità : 394 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 16GB)
  • 429 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 32GB (20 euro in più senza pubblicità 444 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 32GB)
  • 479 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 64GB (20 euro in più senza pubblicità 494 euro per Amazon Kindle HDX 8.9 da 64GB).

La scheda tecnica di Kindle Fire HDX 8,9?:

  • Sistema operativo Fire OS – Fire OS 3.1 “Mojito” con interfaccia proprietaria
  • Memoria da 16, 32 e 64GB
  • Processore quad-core Snapdragon 800 con 2GB di RAM
  • Fotocamera da 8 megapixel e video in Full HD
  • Schermo touchscreen da 8.9 pollici di diagonale risoluzione 2.560 x 1.600 pixel e densità 339 ppi
  • Peso di 374 grammi
  • Batteria da 11 ore, fino a 17 ore in sola lettura
  • Due altoparlanti stereo con audio Dolby Digital Plus e suono surround virtuale multicanale 5.1

Amazon Kindle Fire HDX apre alla fruizione di contenuti multimediali con accesso al mega store di 27 milioni di canzoni, applicazioni, giornali digitali, libri ebook e riviste. Tra gli accessori possiamo citare la cover/custodia Origami con supporto per il posizionamento del tablet in verticale e orizzontale.

Kindle Fire HD 7 a 99 euro su Amazon.it ed iPad scarso

Kindle Fire HDX vs iPad Air

Amazon sconta in occasione del Black Friday il proprio Amazon Kindle Fire HD di prima generazione portando il prezzo dai 199 iniziali a soli 99 euro, se cercavate questo tablet non fatevelo scappare.

L’hardware del dispositivo offre un display da 7 pollici con risoluzione 1280x800 pixel quindi HD di tipo LED IPS, il vetro è un Gorilla Glass quindi resistente ai graffi ed adotta un filtro polarizzante avanzato che diminuisce drasticamente i riflessi e le impronte. Il processore del dispositivo è un Dual Core da 1,2 Ghz realizzato sulla base Cortex A9 ed accompagnato da una GPU grafica PowerVR SGX540. Il dispositivo offre fino ad 11 ore di autonomia, il sistema operativo è basato su Android ma come ben saprete Amazon introduce una pesante personalizzazione del sistema operativo che lo rende irriconoscibile.

Il modello in questione ha 16 GB di memoria interna per l’archiviazione dei contenuti, dei libri o dei film ed offre inoltre un’audio ottimizzato Dolby composto da due altoparlanti di tipo Stereo. Amazon Kindle Fire 7 HD è stato lanciato a Settembre dello scorso anno tuttavia acquistarlo a 99 euro è un’ottimo affare, trovate l’offerta in questione al seguente indirizzo dove inoltre potrete anche scegliere la modalità di spedizione gratuita.

Nel frattempo continuano le lamentele sullo schermo di iPad Mini con Display Retina. A seguito delle classifiche che hanno attestato una sostanziale inferiorità rispetto alla concorrenza Nexus e Kindle: quiella di iPad Mini Retina sarebbe una «tecnologia vetusta». Così come già rilevato dalle altre società di pannelli LCD presenti sul mercato, anche DisplayMate sottolinea una scarsa adiacenza di iPad Mini con Display Retina allo spazio colore sRGB, sebbene l’utente finale difficilmente avrà qualche chance di accorgersene. E così il piccolo tablet di Cupertino finisce ultimo in una gara con il Kindle Fire HDX 8.9 e il Nexus 7 di Google.

La questione sarebbe connessa alla scelta ostinata di Apple di utilizzare gli IGZO di Sharp, tecnologia che – per quanto garantisca un elevato risparmio energetico e design sottilissimi – sarebbe già diventata obsoleta sul mercato.

Advertsing

125X125_06

MonthList

CommentList