Amazon sfida Google con la pubblicità su eBook e Kindle



Una delle caratteristiche di Amazon è certamente, sin dalle sue origini, la ricerca costante del cambiamento, ma soprattutto della customer experience perfetta. Negli ultimi anni, l’azienda di Jeff Bezos strizza anche l’occhio al mondo dell’ advertising.

Con Amazon Media Group, il network interno espressamente dedicato alla pubblicità online ed avviato da quasi una decade, l’azienda di Seattle ambisce a fornire servizi innovativi dedicati alle grandi aziende alla ricerca di engagement e visibilità per il proprio brand. Già negli anni precedenti, l’azienda di Bezos ha testato nuove strategie pubblicitarie, avvalendosi delle proprie piattaforme online e dei propri device mobile. In particolare, nel 2011 Amazon ha adattato la logica del product placement ai suoi dispositivi di lettura: acquistando un “Kindle with Special Offers” ad un prezzo ribassato (di circa 25$), l’utente, infatti, consentiva alla visualizzazione di brevi annunci sponsorizzati tra i propri contenuti digitali.

Recentemente, però, Amazon sembra decisa a conquistare una fetta di mercato più ampia nell’advertising online, mettendosi in gioco con competitors d’eccellenza, come Google. Obiettivo? La risposta è nella quintessenza di Amazon: un’esperienza migliore e più efficiente per il consumatore digitale.

Tra le aziende che, in collaborazione con Amazon Media Group, sono alla ricerca di campagne di promozione digitale innovativa, si propone Land Rover. La casa automobilistica inglese ha testato l’efficacia di un “ebook brandizzato” realizzato e distribuito sulla piattaforma Kindle. Il riscontro dei lettori è stato positivo, così come ha dichiarato con soddisfazione Seth Dallaire, Vice Presidente di Amazon Media Group. L’engagement degli utenti è stato stimolato grazie alla modalità di promozione, l’ebook infatti “non è stato promosso in qualità di prodotto pubblicitario, piuttosto come contenuto”. L’esperienza di un ebook sponsorizzato, insomma, sembra aver ribadito la supremazia del contenuto anche nelle strategie pubblicitarie online. Ancora una volta, content is king!

In Giappone, invece, la crescita nel mondo adv di Amazon sembra essere dettata dall’ “ebook brochure”. La recente campagna realizzata per la promozione dei nuovi modelli della casa automobilistica Nissan, infatti, ha dimostrato quanto questo nuovo strumento digitale – già ampiamente consolidato nel mercato giapponese – possa diventare indispensabile per tutte le case automobilistiche (e non solo). La collaborazione tra Amazon e l’azienda giapponese mira a comprendere quanto strumenti digitali, come l’ebook formato brochure, possano potenzialmente fornire un riscontro, ad esempio, sul numero di visitatori delle concessionarie auto o sui dati di vendita di nuovi veicoli. Amazon riflette, inoltre, sulla possibilità di esportare l’utilizzo di questo nuovo formato anche in mercati stranieri.

Amazon Media Group, insomma, sembra decisa ad incrementare la propria rete di aziende partner, offrendo visibilità su tablet, ereader e sulle proprie pagine web, volgendo lo sguardo ad un nuovo modo di raccontare il brand, promuoverlo e renderlo riconoscibile.

Aggiornamento Kindle Paperwhite 5.4.3

Amazon ha rilasciato un nuovo aggiornamento Kindle Paperwhite. Si tratta dell’update 5.4.3 che contiene alcuni miglioramenti per l’usabilità di uno degli ebook reader di maggior successo degli ultimi anni.

Aggiornamento Kindle Paperwhite: update 5.4.3

Il nuovo aggiornamento rilasciato da Amazon prevede, in sostanza, un miglioramento di alcune funzioni già presenti sul vecchio software. La prima riguarda le Note che ora saranno disponibili con diversi percorsi: con il primo si potranno raggiungere direttamente dal menu di lettura con il secondo, ancora più facilmente, dalla barra degli strumenti. Un’altra importante novità riguarderà i file PDF: si potrà utilizzare lo zoom per ingrandire porzioni di documento. Per questo tipo di file si registra anche un miglioramento nell’impostazione dei margini.

Potrai inoltre gestire con maggiore flessibilità le tue raccolte di documenti su Kindle Paperwhite visualizzandole nella modalità Raccolte e stabilendo la posizione con cui verranno inserite sul tuo ebook reader.  La novità più importante riguarda, probabilmente, la possibilità di annullare l’acquisto di un ebook dopo il download di un estratto. Kindle infatti permette con un semplice touch di acquistare l’intero ebook mentre si sta visualizzando la prima porzione di testo: se lo hai acquistato per errore ora potrai annullare la tua scelta prima che il download sia stato completato tramite la nuova funzionalità Cancella Acquisto.

Come aggiornare il Kindle Paperwhite

Al momento l’aggiornamento non è disponibile direttamente dal dispositivo ma bisogna passare necessariamente tramite computer. Dovrete quindi scaricare l’aggiornamento e in seguito collegare il Kindle al PC tramite il comodo cavo USB. A questo punto dovrete spostare l’aggiornamento nell’unità Kindle (non in una delle cartelle al suo interno). Dopo aver scollegato il dispositivo accedete al menu Impostazioni e scegliete Aggiorna Kindle (sarà disponibile solo se il vostro Kindle non è aggiornato). Attendete che Kindle Paperwhite installi il nuovo aggiornamento (al termine si riavvierà in automatico).  Prima di procedere con questa operazione controllate la versione software del vostro dispositivo.

A questo link troverete la pagina di Amazon contenente tutte le informazioni e il link per scaricare l’aggiornamento Kindle Paperwhite.

Kindle Paperwhite 3: avrà display flessibile

620_recensione-kindle-paperwhite-2013_2

A fine 2013, Techcrunch aveva provato un prototipo e pubblicato un articolo parlando delle sue caratteristiche. Si era detto di un ebook reader con schermo 300 PPI, con un sistema di vibrazione integrata, uno schermo privo di cornice (come Kobo Aura), un sensore capace di regolare la luminosità in maniera autonoma, e un nuovo font dedicato ai lettori forti. Il tutto su un telaio simile a quello dei tablet Kindle Fire HDX, quindi con pulsanti posteriori e linee rigide, squadrate. La redazione americana parlava di un Kindle Paperwhite 3 in vendita nel Q2 2014, da aprile.

 

E-Ink Mobius: 50% di peso in meno

Se si uniscono le nuove indiscrezioni [via goodreader] con le vecchie, tutto torna. Il pannello E-Ink Mobius usa parte della tecnologia TFT, unisce l’E-Ink ad uno strato in plastica e non in vetro con il vantaggio della flessibilità e della leggerezza; la sua documentazione tecnica parla di una riduzione di peso pari al 50% rispetto a E-Ink Pearl e E-Ink Carta. Questo non significa che Kindle Paperwhite 3 avrà un design curvo, ma che probabilmente sarà più sottile e meno incline ai danni al display causati da colpi accidentali; su un modello con installazione a filo, dove a quanto pare verrà usato del vero vetro opaco a protezione, è importante avere una certa capacità di assorbire gli urti.

Amazon: arriva un prodotto “più grande di Kindle”

Amazon sta preparando un nuovo prodotto “più grande di Kindle”: non è ancora pronta a rivelare di cosa si tratti, o almeno non al pubblico, ma lo farà durante un evento che si terrà a Boston il 30 gennaio. Lo conferma un invito mandato dall’azienda, che contiene i dettagli dell’evento stesso.

Nell’invito per l’evento non si trova alcuna informazione riguardo il nome della novità in arrivo, ma sono varie le ipotesi a riguardo. Alcune indiscrezioni ritengono che Amazon stia per lanciare una nuova gamma di tablet con schermo più grande rispetto agli attuali Kindle Fire, mentre il Boston Globe crede che l’evento sia stato organizzato da Amazon nel tentativo di assumere nuovi talenti di Cambridge, i quali dovrebbero contribuire a sviluppare «un nuovo rivoluzionario V1 prodotto che ci permetterà di rilasciare Media Digitali ai nostri clienti in nuovi modi».

Dato quanto scritto dal gruppo di Seattle, appare dunque meno probabile che si tratti di un tablet o di uno smartphone, piuttosto del chiacchierato set-top-box Amazon in grado, secondo le indiscrezioni, di rivoluzionare l’industria. Questo dispositivo sarebbe capace di competere attivamente contro diversi prodotti tra cui il Chromecast, Roku o la Apple TV; dovrebbe eseguire una versione particolare di Android personalizzata da Amazon, e offrire l’accesso a una vastissima raccolta di contenuti video da guardare via streaming.

Amazon Kindle: gli acquirenti possono creare una propria custodia personalizzata

Se possedete o conoscete qualcuno che possiede un Kindle, sia un tablet oppure un eReader, potreste considerare l’ipotesi d’utilizzare il nuovo servizio per realizzare una cover personalizzata e regalarla a Natale. Amazon, infatti, ha introdotto la possibilità d’aggiungere – senza costi aggiuntivi – alle Origami Cover delle fotografie: queste possono essere selezionate da una raccolta che spazia dalle immagini della serie televisiva di Star Trek a quelle del National Geographic oppure caricate sul web direttamente dagli utenti.

Non siamo ai livelli della stampa tridimensionale, che pure Amazon supporta con una vetrina dedicata, ma apprezzo questa soluzione: le fotografie possono essere facilmente staccate e ri-attaccate alla cover — che ha una parte piegabile per sostenere il device in diverse posizioni. Le custodie sono disponibili per Kindle Fire HDX, Kindle Fire, Kindle Paperwhite (d’entrambe le generazioni) e Kindle Touch. Una perplessità riguarda l’accesso al servizio dall’Italia, perché non sembra esistere una pagina tradotta per il nostro Paese.

Kindle anche in libreria con il lancio di Amazon Source

È il nuovo programma di Amazon per aumentare le vendite della famiglia Kindle: si chiama Amazon Source e al momento riguarda solo gli USA. Sono molte le librerie indipendenti che hanno interpretato la nuova trovata dell’azienda di Jeffrey Bezos come l’ennesimo tentativo di trascinare alla ghigliottina la lettura tradizionale e gli interessi economici dei librai indipendenti.

Il comunicato stampa comparso su Amazon.com lo scorso 6 novembre ha ufficializzato l’inizio di una forma di collaborazione tra i prodotti Kindle, le librerie indipendenti e altri rivenditori, come per esempio quelli di elettronica o elettrodomestici. Il programma – che al momento è stato testato solo in due punti vendita di Seattle – permetterà ai nuovi rivenditori di acquistare tutta la gamma Kindle (ereader, tablet e relativi accessori ) e proporla presso i propri store.

Nel comunicato si legge, infatti,  che «oltre allo sconto sull’acquisto di Kindle e accessori Kindle per la rivendita, i retailer avranno l’opzione di ricevere il 10% da ogni libro acquistato attraverso il bookstore del dispositivo venduto». Il tutto per un periodo di due anni dalla vendita del device.

Inoltre, nel tentativo di diffondersi in ogni potenziale canale di vendita, Amazon ha previsto due varianti del programma Amazon Source, il Bookseller Program, dedicato specificamente alle librerie, e il General Retailer Program studiato, invece, per i negozi di elettronica. La caratteristica più evidente è la differenza negli sconti garantiti al retailer.

Sempre nel comunicato – attraverso la voce del vicepresidente Russ Grandinetti – Amazon ha sostenuto la validità del libro tradizionale, quello cartaceo per intenderci, ma ha anche sottolineato la volontà dei lettori di provare una «reading digital experience» da accostare all’esperienza di lettura abituale.

Tablet ed e-reader Amazon, business da 4,5 miliardi di dollari nel 2013

Secondo alcune stime rilasciate da Morgan Stanley e pubblicate da AllThingsD, tablet ed e-reader Amazon avranno un giro di affari pari a circa 4,5 miliardi di dollari nel 2013. Solitamente l’azienda di Bezos è molto restia a rilasciare cifre accurate e particolareggiate sulle vendite e i ricavati dettagliati dei suoi prodotti e le performance dei Kindle e Kindle Fire hanno sempre suscitato una certa curiosità. In base alle stime di Morgan Stanley il mercato di tablet ed e-reader Amazon crescerà nel 2013 del 26%, contando circa 4,5 miliardi di dollari totali.

La crescita è destinata però a rallentare nel successivo 2014, quando arriverà a 5 miliardi, seguito da un 2015 da 5,5 miliardi. Aldilà delle previsioni forse un po’ troppo sostenute per tablet ed e-reader Amazon, le cifre sono certamente interessanti se paragonate a quelle di Apple, in particolare al solo iPad. Osservando infatti i soli risultati fiscali dello scorso terzo trimestre 2013, il fatturato derivato dalle vendite di iPad è pari a 6,3 miliardi di dollari circa, un numero ben superiore a quello di quanto Amazon dovrebbe fatturare in un anno intero.

La differenza è dovuta soprattutto all’ampia differenza di prezzo: Amazon vende i propri Kindle ad un prezzo nettamente inferiore a quello di iPad, partendo da un costo base per un Kindle e-ink di 69 dollari (in offerta in Italia a 69 euro invece di 79 euro), fino ad arrivare al Kindle Fire più costoso da 399 dollari. Diversamente iPad ha un costo di partenza pari a 329 dollari per iPad mini., che arriva fino a 928 euro per iPad da 128 GB con connettività LTE. Sarebbe altrettanto interessante capire quanti Kindle Fire Amazon riuscirà a vendere nel 2013, ma probabilmente i dati non saranno resi noti come successo in passato.

Amazon prepara tre nuovi tablet Kindle Fire

Amazon è attualmente al lavoro su tre Kindle Fire di nuova generazione, che andranno a sostituire quelli già disponibili sul mercato nel tentativo di attirare maggiormente i potenziali acquirenti grazie a un hardware rinnovato. Lo riporta BGR citando fonte anonime che si dichiarano vicine ai piani della società.

Lo scorso anno, il team di Jeff Bezos ha tagliato il prezzo del Kindle Fire originale e introdotto il Kindle Fire HD da 7 pollici e quello da 8.9 pollici. Piuttosto che introdurre un prodotto del tutto nuovo, l’azienda avrebbe deciso di optare per un aggiornamento hardware di tali dispositivi, rendendoli maggiormente potenti e puntando soprattutto su uno schermo di migliore qualità.

Il nuovo Kindle Fire originale avrà ancora in dotazione un display da 7 pollici, ma stavolta con una risoluzione leggermente maggiore, che passerà dai 1024×600 pixel ai 1280×800 pixel. Il design probabilmente non varierà molto, ma il punto di forza della soluzione di nuova generazione sarà rappresentato proprio dal pannello e da un prezzo ancora una volta low-cost.

Anche lo schermo del Kindle Fire HD da 7 pollici dovrebbe ottenere un upgrade, passando dai 1280×800 pixel attuali ai 1920×1200 pixel, così come quello del Kindle Fire HD da 8.9 pollici, che arriverà a una risoluzione di 2560×1600 pixel. In quest’ultimo caso v’è da notare come il tablet andrebbe a offrire una risoluzione ancora migliore del Retina Display dell’iPad da 10.1 pollici. Infine, entrambe i Kindle Fire HD di nuova generazione dovrebbero avere un nuovo corpo, più leggero, con un retro inclinato e bordi curvi meno pronunciati. I tasti del volume dovrebbero esser posizionati sul lato dei dispositivi.

Pare che Amazon introdurrà nei negozi i tre nuovi tablet prima della fine del 2013, continuando pertanto a rinfrescare i propri device esattamente una volta all’anno. L’obiettivo è quello di attirare i potenziali consumatori in vista delle festività natalizie, i quali potrebbero scegliere proprio i prodotti Amazon rispetto a quelli concorrenti del vastissimo panorama Android. L’azienda di Jeff Bezos è stata contattata a riguardo ma non ha ancora fornito un commento.

Kindle ricondizionati in offerta speciale scontata su Amazon

Su Amazon arrivano i Kindle ricondizionati. Da questa mattina, il grande retailer offre, come fa Apple con i suoi dispositivi, alcuni dei prodotti più interessanti nella versione "usato garantito".

Si tratta, come spiega Amazon, di «dispositivi che hanno  avuto un precedente proprietario e che ha subito un processo di ricondizionamento ed è stato testato e certificato "come nuovo" nell'aspetto e nel funzionamento». Un ricondizionato, specificatamente, è solitamente un prodotto usato per dimostrazioni e più spesso un prodotto ritirato da un cliente che ha esercitato il diritto di recesso. In alcune occasione si tratta di dispositivi che hanno avuto problemi minori, a volta di carattere estetico a volte funzionali, e che sono stati riparati e rimessi al pari di un nuovo. Questi dispositivi hanno uguale garanzia, appunto, al nuovo e sono dotati degli stessi accessori.

Amazon offre, per ora

Kindle tradizionale a 69 euro invece di 79 euro (-13%)
Kindle Paperwhite a 114 euro invece che 129 euro (-12%)
Kindle Fire a 134 euro invece che 159 euro (-15%)

Tutti i Kindle, oltre che garantiti, sono che spediti gratis e sono offerti sempre con il diritto di recesso.

Amazon acquisisce Goodreads, il social network dedicato ai libri

Amazon acquisisce Goodreads, il social network dedicato ai libri

È notizia dell’ultim’ora quella che Amazon ha acquisito di GoodReads, un social network dedicato al mondo dei libri.

La notizia è stata comunicata ufficialmente da Russ Grandinetti, il vice presidente del settore Kindle, che ha provveduto a spiegare che l’unione tra chi ha reinventato il commercio dei libri e la sua lettura con coloro che lavorano in maniera alacre ed efficace per creare una community di lettori è senza alcun dubbio la miglior cosa per lo sviluppo economico dell’intera azienda.

Otis Chandler, il CEO e il cofondatore di GoodReads, si è detto particolarmente soddisfatto della cosa sottolineando il fatto che con la portata e le risorse di Amazon il servizio potrà sicuramente acquisire un maggior numero di lettori creando una migliore esperienza.

GoodRead, che conta ben 10 milioni di membri ed oltre 360 milioni di libri catalogati, d’ora in avanti avrà quindi anche il suo e-reader, il Kindle, un dato questo che non può passare inosservato considerando che si tratta del device più venduto in tale segmento.

Advertsing

125X125_06

Planet Xamarin

Planet Xamarin

Calendar

<<  July 2017  >>
MonTueWedThuFriSatSun
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456

View posts in large calendar

Month List